Il castello di Carini

Il castello dei La Grua rappresenta il biglietto da visita di Carini.

Lasciato per molti anni nel più totale abbandono, intorno agli anni ’70 viene acquisito dal comune e dopo il restauro, grazie a diversi progetti finanziati dalla unione europea, si è reso agibile e quindi fruibile. È divenuto sede delle principali manifestazioni quali convegni, mostre, nonché scenario naturale per l’ annuale “ Festival tra Medioevo e Rinascenza” che si svolgeva all' interno e nei pressi del borgo medievale.

Fu costruito grazie a Rodolfo Bonello tra il 1075 e il 1090, ma prima di assumere l’ odierno assetto ha subito nel corso dei secoli diversi rimaneggiamenti, sotto l’ influenza  dello stile arabo-normanno passando per quello catalano-rinascimentale per arrivare intorno al ‘600, periodo in cui avviene il primo restauro, grazie a Vincenzo II La Grua, marito della baronessa Laura Lanza, morta per mano del padre.

 

Potete trovare una descrizione dettagliata della storia del castello sul sito del comune di Carini al seguente indirizzo :

http://www.comune.carini.pa.it/castello.asp

 

Parlare del castello e non parlare del famoso caso della baronessa di Carini, al secolo Laura Lanza di Trabia non avrebbe senso.

.........leggi l' artiicolo sulla Baronessa di Carini

 


Il castello è visitabile  dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00


(Per prenotazioni: Tel./Fax +39 091 8815666 - 091 8680871
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il costo del biglietto d’ingresso è di  € 3.00 ma è possibile ottenere riduzioni secondo la tabella sottostante:

Riduzioni:


da 6 a 18 anni € 1,00

da 18 a 25 anni € 2,00

da 65 anni in poi € 1,00

componenti di comitive turistiche superiori alle 20 unità € 2,00

utilizzo sala del Castello per un giorno € 100,00

servizi fotografici € 50,00

utilizzo sala per matrimoni € 200,00